Martedì 13 dicembre alla Casa di Quartiere "La fabbrica della vita: omaggio a Capo Verde"

L’Associazione La Voce della Luna è lieta di annunciare la presentazione del libro di Fausta Dal Monte e Roberto Ricciu “La fabbrica della vita: omaggio a Capo Verde, ed. La Mongolfiera. Si darà vita a un vero e proprio viaggio tra suoni improvvisati e immagini meditate, una singolare performance visivo-musicale alla scoperta del magico paesaggio capoverdiano e della sua straordinaria popolazione. L’evento avrà luogo martedì 13 dicembre, alle ore 21.00, presso la Casa di Quartiere (via Verona 116, Alessandria). Alla fine della serata piccolo buffet e brindisi augurale in compagnia degli Autori. Conduce Barbara Rossi.
Ingresso al costo di 10 euro, comprensivo di tesseramento con validità annuale all'Associazione La Voce della Luna. Parte del ricavato della serata verrà devoluto alla Casa di Quartiere.

"Si parte, si va, poi si torna, ma a volte l'anima resta dove la valigia del destino vuole che sia. Così nasce questo libro, perché io l'anima l'ho lasciata a Capo Verde. Queste pagine sono il filo che attraversa l'oceano e ricongiunge all'anima, aiutatemi a non spezzarlo! Queste fotografie sono la storia di un pugno di isole tra il tropico e l'equatore, perse nell'oceano Atlantico tra l'Africa e l'America del Sud, dove il sole è più sole, la luce è più luce, e gli esseri umani sono più esseri umani." (dall' introduzione di Fausta Dal Monte)

Fausta Dal Monte è giornalista professionista dal 1994. Ha lavorato in RAI come come esperta di politica estera e come autore di documentari storico-geografici. É stata addetto stampa parlamentare e oggi come free-lance ha legato la sua professione alla documentazione fotografica realizzando reportage nel mondo. E' direttore Publitre e del magazine mensile Dialessandria.

Roberto Ricciu nasce come fotografo professionista nel 2002. I suoi esordi nei villaggi turistici gli permettono di girare il mondo, vagabondo nella vita si ferma per cercare nella quotidianità della sua professione "gli Scatti" e si distingue sin dall'inizio per la ricerca del particolare che rimanda al significato del tutto. Negli anni si lascia rapire dai volti dei bambini che inquadra con sensibilità e un obiettivo intriso d'amore. Fulmina la luce dei paesaggi e le foto dei suoi tramonti sono veri e propri quadri, pitture di luce e ombra. Predilige l'esplosione di colori al bianco/nero sia che immortali la natura, gli animali o gli esseri umani. La sua peculiarità, il suo "genio" fotografico si racchiudono nel saper fermare, cogliere sempre l'umanità, l'anima di oggetti, persone, paesaggi. Definisce la sua arte "Carpe diem" e virare i colori naturali Io lega a colui il quale ritiene essere un suo ispiratore e maestro, Andy Warhol.

Info: 

www.voceluna.altervista.org


Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI