20, 21, 23-27 giugno : Settimana intensa a Valdapozzo! Francesco Cusa & The Assassins, “Sonar per gli Elfi”, laboratorio di drammaturgia e recitazione

 
20 giugno, ore 21:30: Francesco Cusa & The Assassins
 
FRANCESCO CUSA & THE ASSASSINS – (Rhythm Permutations) "a work around Gavin Harrison's book "Rhytmic Illusions", "Indians Polirhytmics", and the music of Skrunch. Flavio Zanuttini . trumpet Giulio Stermieri – hammond Francesco Cusa – drums feat. Cristiano Arcelli – t.sax "The Assassins è per me una nuova formula di trio, un progetto che eredita l'approccio compositivo del mio precedente gruppo Skrunch. The Assassins, grazie alle specifiche caratteriste dell'hammond, si apre adesso certe influenze a sonorità più vicine al funk e al jazz. Il lavoro di esplorazione dei materiali tematici è vincolato da schemi poliritmici atti a evidenziare le cellule melodiche, i riff e le modulazioni cromatiche e timbriche. Il rapporto tra scrittura e improvvisazione è dialettico. I vari elementi vanno dunque combinandosi in un gioco continuo di tensione e rilassamento, con uno sguard o alla tradizione e l'altro alla contemporaneità." (Francesco Cusa)        
 
ingresso riservato ai soci
 
21 giugno, ore 21:30: "Sonar per gli Elfi" – Claudio Lugo, racconti di un sax in viaggio
 
 Sabato 21 giugno 2014 ore 21:30 Claudio Lugo  SONAR PER GLI ELFI  in musica seclusus; racconti di un sax in viaggio      SONAR PER GLI ELFI è un progetto di improvvisazioni musicali in luoghi naturali reconditi iniziato nel 2010. A ogni locazione è associata una registrazione in alta definizione, un'immagine fotografica di testimonianza e appunti che descrivono la morfologia paesaggistica, la storia dell'area geografica, miti, credenze e narrazioni orali riguardanti i luoghi raggiunti, raccolte sul campo tra le popolazioni autoctone. Il progetto ha sinora raggiunto l'Islanda, la Groenlandia, la Danimarca, la Patagonia e la Terra del Fuoco (Argentina), la catena dell'Atlante (Marocco), la Mongolia, i deserti del Namib e del Kalahari (Namibia), la Lapponia finlandese, i Balcani montenegrini, Il Costa Rica, il Nicaragua, la Cappadocia e, naturalmente, l'Italia. Durante il rac conto si ascolteranno alcune registrazioni effettuate negli ambienti naturali a cui possono far seguito improvvisazioni dal vivo che riprendono i temi proposti. Alcuni video realizzati da Claudio Lugo daranno testimonianza di momenti legati alla musica delle popolazioni autoctone incontrate.
 
Ingresso riservato ai soci
 
23-27 giugno: laboratorio di drammaturgia e recitazione: una, nessuna, centomila.
 
LABORATORIO DI DRAMMATURGIA E RECITAZIONE: UNA, NESSUNA, CENTOMILA. Seconda tappa. La paura. Il percorso di indagine teatrale sulla violenza contro le donne ha avuto una prima tappa a giugno 2013 ad Alessandria. Un gruppo di donne ha lavorato sul tema nel tentativo di sviare, fuggire, mancare la risposta, uscire dal cliché della donna in quanto ruolo, che sia sociale, umano, materno, mestruale, morto nel cercare di nominarlo. Un femminile più che mai piegato dal maschile, una violenza che, numeri alla mano, è diventata sinonimo di femminile stesso. Una violenza che è fisica: donne deturpate con l'acido, donne uccise, ragazze di quindici anni portate al suicidio dallo stalking, sia fisico sia online, donne costrette a restare chiuse in casa, donne violate senza che se ne accorgano finché il logorio non diventa morte. Il tentativo è stato quello di rimbalzarci la domanda e buttare i germi di un lavoro di costruzione, la costruzione di personaggi che incarnino il femminile, lo raccontino, lo vedano, lo attraversino. Il femminile che non deve essere per forza, donna ma senza spaventare può essere anche uomo. Uomo che è carnefice ma può essere anche attento osservatore e oppositore di una realtà che non lo rappresenta. Il lavoro è stato fatto su una parte di scrittura e un'altra di messa in atto di questa scrittura, in un lavoro di costante scambio fra drammaturgia e recitazione, fra parola e sua carnalità. La presentazione della prima tappa è avvenuta a luglio 2013 nel corso del festival di Asti. Ogni partecipante, guidato e sostenuto da una […]
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI