Le Celebrazioni del 25 aprile in Alessandria e provincia


L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con l'ANPI e l'Isral, rende noto il programma delle cerimonie del 62° anniversario della Liberazione.
La giornata di mercoledì 25 aprile si aprirà alle ore 9,00 nel Cimitero Urbano con la deposizione di una corona di alloro ai Caduti per la Libertà; in contemporanea verranno deposte corone d'alloro alle lapidi e ai monumenti che ricordano i Partigiani Caduti in Cittadella e sul territorio cittadino.
Alle ore 10 ci si sposterà in Cattedrale nella Sala del Capitolo dove verrà letto il testo della Dichiarazione di Resa delle forze armate tedesche e repubblichine nella città di Alessandria; al termine, alle ore 10,30, verrà celebrata una Santa Messa presieduta da Monsignor Ferdinando Charrier, Vescovo di Alessandria.
Alle ore 11,30, si formerà un corteo che raggiungerà il Palazzo Comunale per la posa delle corone alle lapidi dedicate ai Caduti per la Libertà.
Alle ore 11,45 il corteo riprenderà con il percorso Piazza della Libertà, Via dei Martiri, Corso Roma, Corso Crimea – Monumento ai Caduti. Qui, alle ore 12, si schiererà il picchetto d'onore interforze, cui seguiranno l'ingresso dei Labari e dei Gonfaloni, la cerimonia dell'alza Bandiera e la resa degli onori ai Caduti con posa della corona d'alloro al Monumento.
Davanti al Monumento interverranno Enzio Gemma, Presidente dell'ANPI provinciale, il Presidente della Provincia e il Sindaco. E' successivamente prevista una riflessione sui valori della Libertà e della Democrazia da parte di una studentessa alessandrina.
La cerimonia si concluderà alle ore 12,30 con l'orazione ufficiale di Maria Grazia Morando, Vice Presidente della Provincia di Alessandria.


FESTA D'APRILE 2007
Una festa speciale rivolta soprattutto ai giovani, pensata per andare al di là delle manifestazioni istituzionali sul il significato di cui è portatore il 25 aprile. Si tratta di un momento di intrattenimento, che intende trasmettere un messaggio di impegno alle nuove generazioni, attraverso in quello che è il linguaggio a loro più vicino: la musica.
MERCOLEDì 25 APRILE, in PIAZZA MARCONI ad ALESSANDRIA alle ore 20,45, si esibiscono in concerto gli AFRICA UNITE, (foto del gruppo nel book) storico gruppo della scena musica italiana.
FESTA D'APRILE è un'iniziativa Provincia e Comune di Alessandria, ISRAL, ANPI, CGIL, CISL e UIL, Lega Coop, Radiogold.




Per ricordare il 62° anniversario della Liberazione, il Parco Fluviale del Po e dell'Orba, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Verrua Savoia e di Crescentino, invita tutti gli appassionati della natura e della nostra storia all'inaugurazione dei "Sentieri della Libertà".
Si tratta di un'escursione guidata a piedi con partenza alle ore 14.30 dalla stazione ferroviaria di Crescentino e con arrivo alla Fortezza di Verrua Savoia, dove si snoda uno dei sentieri che i partigiani percorrevano nel tentativo di trovare rifugio in collina.
Un cammino di storia, cultura e ambienti naturali riportato alla luce grazie ai ricordi di coloro che hanno vissuto in quel periodo.
All'arrivo alla Fortezza i partecipanti potranno visitare una mostra
che descrive i conflitti armati di ieri e di oggi. Alle ore 16.30 nei locali della caserma della Fortezza sarà presentato dall'autore Giovanni Cerino
Badone, il libro "Le aquile e i gigli".
Ci sarà inoltre la possibilità di visitare gli stand espositivi, tra cui quello dell'Ente-Parco.
Il buffet sarà a cura dell'associazione "La Rocca".
L'escursione è a partecipazione gratuita.

Per informazioni:
Settore Fruizione e Didattica del Parco Fluviale del Po e dell'Orba
Tel. 0384.84676 - 335.8001549


Il Parco Fluviale del Po (tratto vercellese/alessandrino) e dell'Orba è
un ente strumentale della Regione Piemonte, istituito con legge regionale
nel 1990 che gestisce (in piccola parte direttamente e in gran parte indirettamente) un territorio di circa 14.000 ettari, e prende origine dalla Riserva Naturale della Garzaia di Valenza, prima piccola area protetta piemontese istituita lungo il Po nel lontano 1979, su una superficie di soli 240 ettari, a cui nel 1987 si aggiunse la Riserva Naturale della Garzaia di Bosco Marengo, ampliata nel 1989 con la denominazione di Riserva Naturale del Torrente Orba.
Del Parco del Po vercellese/alessandrino fanno parte i comuni di Verrua Savoia (in provincia di Torino), Crescentino, Fontanetto Po, Palazzolo Vercellese, Trino (in provincia di Vercelli), Moncestino, Gabiano,
Camino, Morano sul Po, Pontestura, Coniolo, Casale Monferrato, Frassineto Po,
Valmacca, Bozzole, Pomaro Monferrato, Valenza, Pecetto di Valenza,
Bassignana, Alluvioni Cambiò, Isola Sant'Antonio, Guazzora e Molino dei Torti (in provincia di Alessandria).
Della Riserva Naturale del Torrente Orba fanno parte i comuni di Bosco Marengo, Casalcermelli e Predosa (tutti in provincia di Alessandria),
per una superficie complessiva di circa 250 ettari.
Nel luglio 2006 è stata affidata all'Ente-Parco la gestione di 2 Siti di Importanza Comunitaria posti nella pianura vercellese, istituiti come
Riserva Naturale Speciale e Zona di Salvaguardia della Palude di San Genuario (nei comuni di Crescentino, Fontanetto Po, Livorno Ferraris e Trino) per una superficie complessiva di circa 426 ettari, e come Riserva Naturale Speciale e Zona di Salvaguardia di Fontana Gigante (in comune di Tricerro) per una superficie complessiva di circa 314 ettari.


Anche quest anno Silvano d'Orba ha deciso di ricordare l'anniversario della liberazione, con un abbinamento di due iniziative, in programma il 24 ed il 25 Aprile.
Nella serata di Martedì 24 Aprile, presso la S.O.M.S. di Silvano d'Orba avrà luogo 'Vent'anni nel '45', che vedrà la presentazione del libro 'Ricordi di vita partigiana', scritto da Giovanni Chiappino.
Caio, questo il nome di battaglia dell'autore ai tempi della II Guerra Mondiale, ci trasmette un memoriale stilato più di venti anni fa, dove testimonia con emozione i drammatici fatti vissuti in prima persona. Nel volume si raccontano quei giorni di guerra, dai quali traspaiano i sentimenti, l'incoscienza, la forza di quei giovani impegnati a combattere sul confine appenninico tra Liguria e Piemonte. In particolare il tragico avvenimento della Benedicta riemerge nel suo racconto, la sua storia di sopravvissuto al terribile eccidio, la fuga, la paura e la voglia di tornare alle proprie abitazioni, impresa non facile ma che alla fine vorrà dire libertà.
Nella serata, la conversazione con l'autore sarà condotta da Maria Rosa Scarcella, consigliere comunale e curatrice dell'opera e oltre a lei saranno presenti anche il Prof. Gino Armano e il Prof. Roberto Foca, autore della prefazione del libro.
Ad accompagnare i lavori ci saranno musiche e canti eseguite dal 'Gruppo Giovani Soms' di Silvano d'Orba, e proprio questo è il segno che si vuol dare: i giovani che raccolgono dai più anziani il testimone, perché così nel domani toccherà a loro essere gli autorevoli custodi portatori del segnale da tramandare.
La manifestazione continuerà nella mattinata successiva alle ore 9:30 con la Santa Messa officiata da Monsignor Sandro Cazzulo presso il monumento ai caduti di Piazzale Alcide De Gasperi.
Alle ore 10 svolgimento del corteo che attraverserà le vie del paese, fino a giungere al monumento ai caduti di Piazza Cesare Battisti, dove saranno deposti corone e fiori a ricordo dei defunti della prima Guerra Mondiale
Alle ore 10:45 ritorno al Piazzale De Gasperi, dove al saluto del Sindaco Giuseppe Coco, seguirà l'orazione ufficiale tenuta dall'avvocato Franco Barella, partigiano della divisione Pinan Cichero e rappresentante della Sezione A.N.P.I. di Novi Ligure.
L'intera cerimonia di Mercoledì 25 sarà seguita dal Corpo Bandistico Silvanese 'Vito Oddone', e in caso di maltempo l'orazione si terrà presso il teatro SOMS e la Santa Messa presso la Chiesa Parrocchiale di San Sebastiano.
Nel book fotografico: il Sindaco di Sivano d'Orba e Giuseppe Chiappino, autore
del libro "Ricordi di vita partigiana"

(tratto da www.inalessandria.it)




Leggi GRATIS le tue mail con il telefonino i-mode™ di Wind http://i-mode.wind.it/

1 commento:

POST RECENTI