Il Volto della Resurrezione e l’Icòna di Andrej Rublev


CASALE MONFERRATO - Giovedì 9 ottobre 2014 alle ore 21,15,presso la Sede della Sezione di Casale Monferrato dell’Associazione Archeosofica in via Paleologi, 24 a Casale, lo studioso Maurizio De Cicco presenterà un suo lavoro, frutto di una meticolosa ricerca e di comparazione, dal titolo: “Il Volto della Resurrezione e l’Icòna di Andrej Rublev”.


La Sacra Sindone, conservata presso il Duomo di Torino, è un argomento che appassiona, incuriosisce e incute anche un certo timore reverenziale in chi la osserva. La domanda che ricorre frequente guardando quell’Immagine impressa nel telo di lino, che mostra unUomo Flagellato, Crocifisso e con una Corona di spine attorno alla testa, è sempre la stessa: “Ma è stato veramente il Corpo di Gesù Cristo avvolto in quel lenzuolo?”
L’uomo di fede non ha dubbi in proposito; l’uomo di scienza è tutt’ora alla ricerca di risposte sempre più precise, mentre lo scettico vuole vederci chiaro.

Con la Scienza non disgiunta dalla Fede, si può rispondere al quesito una volta per tutte.

Per l’appassionato studioso e ricercatore Maurizio De Cicco, la risposta è positiva: “Sì! La Sacra Sindone è autentica e l’Immagine impressa è quella del Corpo Martirizzato e Flagellato del Redentore”.
Nel suo studio lo dimostra con la prova dell’identità di due Volti sovrapposti e perfettamente combacianti tra loro: “Il Volto della Resurrezione e l’Icòna di Andrej Rublev del Cristo Salvatore”. L‘icona menzionata è attualmente conservata a Mosca presso la Galleria Tretjakov.

Potete rimanere aggiornati su ulteriori attività svolte presso la Sezione di Casale Monferrato dell'Associazione Archeosofica inserendo in alto a destra il vostro indirizzo di posta elettronica in modo da ricevere automaticamente nella casella di posta eventuali articoli pubblicati.

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI