Sabato 26 ottobre 2019 ad Acqui Terme recital con il grande violinista viennese Gernot Winischhofer e l’affermatissima pianista viennese Andrea Linsbauer

Festival Luoghi Immaginari XVII edizione  2019                

….."architetture sonore…...


Sabato 26 ottobre 2019  alle ore 21.00 presso splendida cornice e acustica della Sala Santa Maria di Acqui Terme ritorna un consolidato  appuntamento della XVII edizione del "Festival Luoghi Immaginari" 2019 con un recital strumentale che unirà la tradizione della grande scuola violinistica  italiana di Giuseppe Tartini con quella viennese di Fritz Kreisler ;   ne saranno  protagonisti due dei più grandi interpreti di assoluta levatura internazionale  quali il grande violinista viennese Gernot Winischhofer – che si è esibito con pianisti, come Pavel Gililov, Juri Smirnov, Paul Badura Skoda, Jörg Demus, Hans Kann in Austria, Egitto, Inghilterra, Francia, Finlandia, Germania, Ungheria, Iran, Giappone, Portogallo, Turchia, Cecoslovacchia, USSR, USA e Hong-kong e dal 1992  è Professore al Conservatorio di Vienna - e l'affermatissima  pianista viennese Andrea Linsbauer ospite al "Semanas Musicales de Frutillar" (Cile), al "Wexford Festival" (Irlanda)  alla National Concert Hall di Dublino, nonché a Glinka Kapela di St.Petersburg, all'Opera Nazionale di Kiev , al Teatro Carlo Felice  di Genova  solo per citarne alcuni ; grandi artisti  tra i più affermati a livello internazionale del genere.

Artisti di assoluto livello e consolidato curriculum internazionale del loro genere  dunque che luoghi immaginari è lusingato di avere ospiti  per un consolidato appuntamento che lega il festival al Comune di Acqui Terme sin dal suo esordio che rendono omaggio al festival portando il loro prestigio internazionale alla manifestazione volta  nella direzione di una sempre maggiore valorizzazione dei "luoghi d'arte e della musica del nostro territorio della Regione Piemonte", con un ringraziamento all' Amministrazione  Comunale e all'Assessore alla Cultura Alessandra Terzolo per il sostegno alla  manifestazione.

Il  prestigioso festival   si svolge sin dall'esordio sotto il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con un ringraziamento a tutti  gli enti pubblici e privati che hanno rinnovato il loro prezioso sostegno al festival quali la Regione Piemonte, il Consiglio Regionale del Piemonte la Fondazione CRT di Torino, la Fondazione CRAL di Alessandria, con il Patrocinio della Camera di Commercio di Alessandria, in collaborazione con la  Fondazione Piemonte dal Vivo, l'Associazione Il Quadrato della Cultura di Torino, Circolo dei Lettori di Torino, Amici di Castelli Aperti del Piemonte,Unione Collinare Via Fulvia, Associazione Culturale Antithesis.

L'affascinante "luogo" che ospiterà l'evento sarà la Sala Santa Maria.

La Sala Santa Maria fa parte del Complesso Monumentale dell' Abbazia di Santa Maria. L'intero complesso fu residenza di Guido d'Aquesana e dei suoi fratelli, prima del 1034, anno in cui Guido fu eletto Vescovo e spostò la sua sede nel Castello. Nel 1040 Guido trasformò il complesso di Santa Maria in Abbazia di monache benedettine. Alla fine del XVIII secolo il governo napoleonico insediò nell'Abbazia le Scuole Regie e l'Ospedale militare. Nel 1926 rientrò in possesso del Vescovoe venne adibita a seminario minore.


Il programma della serata aprirà con un affascinante omaggio e connubio  alla grande tradizione violinistica italiana con le Variazioni sopra un tema di  Corelli di Giuseppe Tartini e il Preludio e Allegro di Gaetano Pugnani (suonato su un violino Paolo Maggioni (Brescia, 1600) del M° Gernot Winischhofer) e attraverso classici come Franz Joseph Haydn con Gott erhalte unseren Kaiser               ( Iddio salvi l'imperatore Francesco) e Wolfgang Amadeus Mozart  con un Rondò, dalla   Serenata Haffner giungeremo alla seconda interamente dedicata alla con tradizione viennese con Johann Brandl del quale ascolteremo Alter Refrain (Canzone popolare Viennnese) e Fritz Kreisler  con la  Marche miniature Viennoise,  Syncopation, La Gitana,  Rezitativ und Scherzo op.6, Caprice Viennois op.2.Una imperdibile serata decisamente dal sapore e colori internazionali italo-austriaco.

Ingresso libero e aperto a tutti.



Note sugli artisti:


Gernot Winischhofer - Violino

E' nato a Vienna dove ha ricevuto la sua educazione artistica e musicale conseguendo il Diploma, nel 1982, col massimo dei voti, alla Scuola Superiore di Musica di Vienna. Si è poi specializzato sotto la guida di Max Rostal, Wolfgang Schneiderhan, Sandor Vegh, Gidon Kremer, Andre Gertler e Alexander Arenkov. È stato vincitore di numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali e di una borsa di studio triennale del Ministero Austriaco della Cultura che lo ha portato al Conservatorio Tschaikowsky di Mosca dove ha proseguito gli studi, diplomandosi con lode, con Valery Klimov, allievo e successore di David Oistrach. Sin da allora Gernot Winischhofer ha suonato come ospite in numerosi Festivals a Budapest, Praga, Ossiach, Nordrhein-Westfalen. 
Come solista ha suonato con le orchestre: Sinfonica "Ermitage" S. Pietroburgo, di Praga e di Budapest, le Orchestre Filarmoniche di Norinberga, Moldavia e Slovacca, Orchestra da Camera di Vienna, della Lituania, di Mosca e di Praga, il Mozarteum Orchestra di Salisburgo, con celebri direttori quali Sergiu Commissiona, Christian Thielemann, Saulius Sondeckis, Mladen Basic, Felix Carrasco, Enrique Batiz, Steven Larsen, P. Nadler, Claude Villaret, Hikmet Simsek, H. Muto, W. Rögner, N. Atheneus, V. Schmidt-Gertenbach.Ha condotto numerose tournées sia come solista sia in formazioni di musica da camera (pianisti, Pavel Gililov, Juri Smirnov, Paul Badura Skoda, Jörg Demus, Hans Kann in Austria, Egitto, Inghilterra, Francia, Finlandia, Germania, Ungheria, Iran, Giappone, Portogallo, Turchia, Cecoslovacchia, USSR, USA e Hong-kong. Dal 1992 Professore al Conservatorio di Vienna.

Suona un violino di Paolo Maggioni (Brescia, 1600).

Andrea Linsbauer – Pianista

La viennese Andrea Linsbauer  si è formata presso l'Università di musica e arti dello spettacolo a Vienna, nonché una laurea in studi romanze (italiano) presso l'Università di Vienna. I suoi mentori e insegnanti più importanti includono Natasa Veljkovic, Thomas Kreuzberger, Thomas Kerbl, Johannes Prinz, David Lut, Claudia Visca, Roger Vignoles, Helmut Deutsch. E' stata ospite al "Semanas Musicales de Frutillar" (Cile), al "Wexford Festival" (Irlanda) e alla National Concert Hall di Dublino, nonché a Glinka Kapela  di St.Petersburg, all'Opera Nazionale di Kiev , al Teatro Carlo Felice di Genova, al Forum culturale austriaco Tokyo uva Nella stagione 2019 condurrà un progetto di musica da camera con il violinista Gernot Winischhofer a Budapest (Fritz Kreisler-Recital nel Museo di Storia della Musica) e al Festival Luoghi Immaginari di Acqui Terme (Italia). Il programma "Sorridere e ridere", eseguito con tanto successo dal Brucknerhaus Linz e dal MuTH di Vienna nel 2018 dal baritono Adrian Eröd e dal presentatore Christoph Wagner-Trenkwitz, porterà la pianista al Festival "Pannonisches Forum Kittsee" per la prima volta in questa stagione Burgenland, al "Kulturtagen Schloss Pöggstall" (Bassa Austria), nel famoso Stephaniensaal del Congresso di Graz (Musikverein für Steiermark).

Nel campo della musica da camera la sua speciale preferenza è data al compositore e violinista virtuoso Fritz Kreisler. Come noto interprete delle sue opere, Andrea Linsbauer è il partner di musica da camera preferito di artisti come Christian Altenburger, Gernot Winischhofer, Benjamin Schmid, Ekaterina Frolova e Cornelia Löscher. Ha lavorato inoltre più volte all'Accademia di Belcanto alle Master class Fiorenza Cossotto .  Andrea Linsbauer. Attualmente è docente all'Institute for Music Conducting presso l'Università di musica e arti dello spettacolo di Vienna.




Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI