fino al 5 maggio mostra di Daniela Vignati alla libreria Mondadori

Daniela Vignati alla Mondadori


Sabato 21 aprile, alle ore 18, nella sala polifunzionale della Libreria Mondadori di Alessandria, si inaugura la mostra della pittrice e scultrice Daniela Vignati. Milanese di nascita e monferrina d'adozione, frequenta dal 1984 all'88, la scuola Antroposofica d'Arte di Oriago (VE), mentre contemporaneamente gestisce, insieme ad Omar Alì, scultore egiziano, un laboratorio di progettazione e realizzazione di gioielli ed oggetti di arredamento ,a Milano.


Omar Alì, durante i quattro anni di collaborazione le insegna l'arte della lavorazione dei metalli.


Dal '90, trasferisce studio ed abitazione in Monferrato, e continua a frequentare Milano dove insegna pittura Donald Hall, suo maestro per tre anni.


Un altro personaggio importante che ha incontrato e che le è stato maestro è stato il pittore Ho Kan, insegnante di calligrafia cinese.


Dal '90 in avanti organizza gruppi di pittura espressiva e corsi di pittura e disegno in ambito sociale (case di riposo per anziani, scuole, associazioni etc.) o privatamente.


Dal '96 inizia ad esporre le sue opere, pittura, scultura, e gioielli, soprattutto in Monferrato e ultimamente a Milano.


Dice Carlo Pesce nella sua presentazione della mostra: "Daniela Vignati ha cominciato a dipingere in tempi relativamente recenti, anche se la sua carriera artistica è iniziata molto tempo prima, con la manipolazione del metallo e la realizzazione di sculture che lo integravano.


Per comprendere le peculiarità delle creazioni di Daniela Vignati conviene soffermarsi sui modi e sui tempi della sua azione pittorica. Ella procede lentamente: le sue tele sono realizzate in tempi estremamente dilatati, mesi piuttosto che settimane. L'artista, di fatto, comincia con lo stendere il colore e poi lo segue. Infatti, è proprio nel colore che si definisce la forma, una forma ectoplasmatica che prende visibilità seguendo un processo che sottintende una trasformazione continua. Il lavoro finisce quando il contenuto che si manifesta sulla superficie dipinta ha assunto un carattere definitivo, intorno al quale non è più possibile aggiungere nulla".


La mostra, patrocinata dalla Provincia di Alessandria, come sempre, è a ingresso libero, visitabile nelle ore di apertura della libreria.

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI