Martedì 2 settembre alla libreria Fissore-Ubik di Alessandria Cristina Caboni presenta "Il sentiero dei profumi"

MARTEDI' 2 SETTEMBRE, dalle ore 19.00, presso la LIBRERIA FISSORE-UBIK di PIAZZA DELLA LIBERTA' 26, ALESSANDRIA, cammineremo sul sentiero dei profumi con CRISTINA CABONI e LA VOCE DELLA LUNA, associazione di cultura cinematografica e umanistica. Media Partner: BlogAl Recitativi di Giulia Maino. Sarà presente all’incontro Maria Giulia Scolaro, con le confetture e gli sciroppi bio - presidio Slow Food - dell'omonima azienda agricola di Savignone (Ge). Ingresso libero. Per informazioni: La Voce della Luna: www.voceluna.altervista.org ; lavoce.dellaluna @ virgilio.it 
Libreria Fissore-Ubik: 0131/252678; www.libreriafissore.it www.garzantilibri.it www.ilsentierodeiprofumi.com

"L'odore, il profumo, ti entra dentro perchè sei tu che lo inviti con il respiro, e poi segue la sua strada. Non puoi decidere se ti piacerà. Viaggia su un'altra dimensione. Non appartiene alla logica, o alla ragione. S'impossesserà di te, però, pretendendo la verità assoluta. Lo amerai allora, oppure ti farà ribrezzo. Ma non ci sarà nulla nella tua esistenza di più autentico di quella prima emozione. Perchè quella è la risposta della tua anima" (Cristina Caboni, 'Il sentiero dei profumi', Garzanti Libri) «Un romanzo italiano già venduto in Europa. Un fenomeno come Il linguaggio segreto dei fiori.» L’Espresso Un debutto tutto italiano diventato fenomeno editoriale internazionale ancora prima della pubblicazione. Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell’amore. Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l’iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n’è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni. Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi in una delle maggiori botteghe della città, dove le fragranze si preparano ancora secondo l’antica arte dei profumieri. Le sue creazioni in poco tempo conquistano tutti. Elena ha un modo unico di capire ed esaudire i desideri: è in grado di realizzare il profumo giusto per riconquistare un amore perduto, per superare la timidezza, per ritrovare la serenità. Ma non è ancora riuscita a creare l’essenza per fare pace con il suo passato, per avere il coraggio di perdonare. C’è un’unica persona che ha la chiave per entrare nelle pieghe della sua anima e guarire le sue ferite: Cail. Cail che conosce la fragilità di un fiore e sa come proteggerlo e amarlo. Perché anche il seme più acerbo quando il sole arriva a riscaldarlo trova la forza di sbocciare. Cristina Caboni vive in provincia di Cagliari con suo marito e i loro tre figli. Oltre a dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, lavora per l’azienda apistica di famiglia, occupandosi principalmente della cura delle api regine. Un’altra sua grande passione sono le rose, delle quali coltiva una grande varietà di specie. Il mondo dei profumi e delle essenze naturali la accompagna da lungo tempo, e il suo primo romanzo Il sentiero dei profumi vuole essere un omaggio a quanto di più affascinante si cela dietro un odore, che sia quello di un ricordo lontano, un amore perduto e irraggiungibile, una speranza che sa di nuove opportunità.

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI