Venerdì 17 Aprile 2015 LAMIERE ROVENTI // I FAVOLOSI MORGAN - Teatro Sociale di Valenza - Alessandria

Venerdì 17 Aprile , ore 21
LAMIERE ROVENTI // I FAVOLOSI MORGAN - Teatro della Caduta
La vera storia di Anna e Silvano Morgan, celebrità radiofoniche d'altri tempi. Il radiodramma alla maniera di una volta.
scritto e interpretato da Lorena Senestro e Marco Bianchini - in consolle Gabriele Porqueddu - regia Massimo Betti Merlin - produzione Teatro della Caduta


Chi sono Anna e SIlvano? Una normale coppia borghese che per sfuggire alla noia del mènage quotidiano decide di intraprendere una carriera nel mondo della radio? Due esperti speakers che vogliono sperimentare nuove forme di espressione? Una moglie mitomane e nevrotica e un marito violento e superficiale? La risposta è sulle frequenze, rigorosamente dal vivo, del nuovo radiodramma del Teatro della Caduta.
Dal salotto della ricca dimora di Anna e Silvano, prende vita un susseguirsi irrefrenabile di situazioni paradossali e al limite della legalità: tra commissari di polizia, naufragi, inseguimenti, esplosioni, omicidi e tirannie. Una serata ricca di avvenimenti ed emozioni ad alta tensione!
    "È una serata sbalorditiva, solo negli anni della mia prima infanzia avevo provato delle emozioni simili. Con uno sguardo infantile e ingenuo, io e il mio compagno di avventure Silvano, ci barcameniamo nel nostro stressante quotidiano, portando avanti con impetuosa determinazione la nostra etica." Anna
    "Anna, questa frase che hai detto la capisci solo tu." Silvano
Lamiere Roventi è il nuovo progetto radiofonico nato in seno al Teatro della Caduta, un radiodramma che si ispira dichiaratamente ai modelli del passato, aggiornandoli secondo i gusti contemporanei. Scritto e interpretato da Marco Bianchini e Lorena Senestro, con il supporto tecnico di Gabriele Porqueddu, ha debuttato nel 2013 all'interno della trasmissione "Concentrica Frequenze Teatrali", con quattro episodi andati in onda su Radio M¨¨Bun, e altri cinque in onda su Radio Flash 97.6.

Fondata da Massimo Betti Merlin e Lorena Senestro, la compagnia del Teatro della Caduta ha realizzato numerose produzioni che privilegiano la centralità dell'attore e spaziano dalla nuova drammaturgia all'arte di strada, dai progetti musicali agli spettacoli comici. Il modello organizzativo del Teatro della è parte integrante del progetto artistico della compagnia. Nel 2014 ha ricevuto il Premio nazionale Titivillus-Kilowatt per la direzione artistica. E' oggetto di attenzione da parte di università, convegni nazionali e corsi di organizzazione culturale. E' pensato per offrire la possibilità agli artisti di fare esperienza sul palco con insolita frequenza e di fronte a un pubblico non di soli addetti ai lavori. Sono numerosi e giovani gli attori che si sono formati in questi anni sul palcoscenico della "Caduta": la compagnia è un organismo aperto a collaborazioni e partecipazioni.
Ingresso: 5 euro


Si comunica, infine, che lo spettacolo "La protesta" de La ballata dei Lenna, previsto sabato 18 aprile, non avrà luogo e verrà recuperato in data futura.





ULTIMO APPUNTAMENTO AL CINEMA
Marterdì 21 Aprile, ore 21
LA PAURA SiCURA di Gabriele Vacis


Raccontare e interpretare le paure del presente attraverso la raccolta di storie personali capaci di agganciare sentimenti collettivi e generali.
Il progetto de "La paura siCura", promosso dal Forum Italiano per la Sicurezza Urbana in coproduzione con il Centro Internazionale di ricerca teatrale Inteatro, ha costruito idealmente e materialmente un viaggio in Italia attraverso sei laboratori teatrali in altrettante città del Paese: Catania,
Genova, Montegranaro, Ravenna, Schio, Settimo Torinese. Ciò ha permesso di verificare le paure nei diversi contesti, per le diverse età dei soggetti coinvolti, in riferimento alle diverse criticità che venivano affrontate: da quelle più intime, esistenziali e adolescenziali di tanti ragazzi; a quelle derivanti dai mutamenti che le nostre città grandi, medie e piccole hanno affrontato in questi anni; a quelle, drammatiche, del degrado e
della criminalità diffusa e organizzata.
"La paura non è sempre oggettiva. Tutto quello che non comprendiamo ci fa paura. E' il nostro istinto di sopravvivenza che crea la paura. La paura è un sentimento essenziale che ci protegge, ma se supera certi limiti ci invade e ci imprigiona".
Un giro d'Italia in 6 tappe, da nord a sud, quello del regista Gabriele Vacis, per raccontare storie di paura e di coraggio. Un dialogo intimo con bambini, giovani, adulti, anziani che si fa universale perché riguarda ognuno di noi.

regia Gabriele Vacis - direttore della fotografia Michele Fornasero - scene Lucio Diana - una produzione FISU Forum italiano per la Sicurezza Urbana e Inteatro Centro Internazionale di ricerca teatrale - produttore esecutivo Velia Papa con la collaborazione di Antonia Spaliviero - direttore di produzione Caterina Mazzieri - genere: Documentario - durata: 73' - Italia 2010

Ingresso: 5 euro (biglietteria aperta dalle ore 20,15)

Al termine della proiezione verrà offerta una bicchierata per celebrare la conclusione della programmazione 2014/2015 e la nascita del "Valenza Cine Social Club", chiamando a raccolta il pubblico e i cinefili più accaniti per formare il cineclub che selezionerà i film della prossima stagione 2015/2016.


Teatro Sociale di Valenza Corso Garibaldi 58 Telefono 0131 942276 - 3240838829 Orario di apertura: da Martedì a Venerdì dalle ore 16 alle ore 19 Sabato dalle ore 10 alle ore 13

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI