Risultati del sondaggio BlogAL : Quali sono le tre cose fondamentali di cui il nuovo sindaco si dovrà occupare?


Dall'ottobre 2011 a marzo 2012, l'Associazione di Promozione Sociale BlogAL ha indetto un sondaggio sulle prossime elezioni amministrative ad Alessandria. Il sondaggio a partecipazione libera on-line sui canali web dell'associazione (BlogAL http://blogalessandria.blogspot.com, ForumAL http://www.forumalessandria.it) chiedeva ai partecipanti di indicare quali fossero le tre priorità che il futuro sindaco avrebbe dovuto affrontare nel corso del suo mandato. L'associazione si sarebbe impegnata a consegnare i risultati ai candidati sindaco.
Nonostante la promozione e la facilità di utilizzo della tecnologia proposta, la partecipazione al sondaggio non è stata per noi apprezzabile.
Questo se da un lato deve con molta onestà indurci ad un esame sul lavoro svolto, dall'altro secondo noi è anche un indice di come la partecipazione degli alessandrini alla vita politica, nonostante il proliferare di liste e candidati, non sia così attiva e come il prossimo sindaco dovrà comunque spendersi per riavvicinare l'istituzione comunale alla partecipazione e all'interesse collettivi.

Venendo invece ai risultati, i nostri intervistati chiedono a larga maggioranza politiche per la mobilità sostenibile, come istituzione di nuove ZTL, piste ciclabili più numerose ed omogenee con tracciati razionali, costruzione di nuovi parcheggi al di fuori del centro storico, azioni di moderazione del traffico, maggiore attenzione all'efficienza del trasporto pubblico.
Ha riscosso interesse e preferenze un rafforzamento delle politiche di sicurezza. In particolar modo l'area intorno ai giardini pubblici presso la stazione preoccupa molto il nostro pur esiguo campione.
Una gestione diversa del processo dei rifiuti ed in particolare la riadozione del sistema porta a porta in tutta la città è stata anche indicata come priorità insieme all'adozione di politiche di rimozione del digital-divide quali l'installazione di aree wifi gratuite principalmente nel centro storico.
Per ultimo sono stati menzionati:



  • una maggior manutenzione ordinaria delle strade comunali
  • l'adozione di politiche per il risparmio energetico e per l'investimento in fonti alternative alle tradizionali
  • il raggiungimento dei requisiti di comune virtuoso
  • l'individuazione di quale possa essere la missione della città anche con l'adozione e la comunicazione di un piano di sviluppo pluriennale
  • una maggiore vicinanza tra istituzione e citttadini ad esempio con l'adozione dello strumento della giuria dei cittadini, oppure con la valorizzazione dei rioni
  • adozione di politiche ambientali quali la rivalutazione degli spazi lungo i fiumi e l'istituzione di parchi cittadini
  • istituzione di corsi di educazione civica nelle scuole per il rispetto del decoro urbano
  • in ambito culturale un maggior coordinamento degli eventi e delle iniziative in modo da non avere sovrapposizioni spiacevoli
  • l'esigenza di realizzare opere di grande viabilità quali ad esempio il ponte Meyer



L'Associazione BlogAL nel ringraziare tutti quelli che in qualche modo hanno preso parte al sondaggio, consegnerà come promesso i risultati ai candidati sindaco.


comunicato stampa inviato il 26 aprile 2012 a tutti i 16 candidati sindaco delle amministrative 2012.


--- questo in seguito era il post promozionale del nostro sondaggio --- 

Primo sondaggio elettorale di BlogAL
In primavera 2012 si voterà per eleggere il sindaco di Alessandria.
BlogAL, Associazione di Promozione Sociale attenta al territorio locale, ritiene di dover dare una possibilità al singolo cittadino per consentire una partecipazione diretta alla tornata elettorale.
Da tempo a questo proposito gestisce www.forumalessandria.it, uno spazio pubblico di discussione dedicato esclusivamente alla città.
In occasione delle prossime elezioni intendiamo fare di più.
Lanciamo un sondaggio elettorale: quali sono le tre cose fondamentali di cui il nuovo sindaco si dovrà occupare?
Le risposte possono essere inviate via mail all'indirizzo blogalessandria @ tiscali.it oppure pubblicando un commento anche anonimo all'indirizzo http://blogalessandria.blogspot.com/2011/10/primo-sondaggio-elettorale-di-blogal.html
BlogAL garantisce l'anonimato degli interventi e si premurerà di consegnare i risultati ai candidati alle prossime elezioni.
Partecipa anche tu alla vita della tua città. Ti aspettiamo!!

19 commenti:

  1. Anonimo00:15

    1) mobilita' sostenibile (si a ztl, piste ciclabili serie, investire)
    2) rifiuti - risparmio energetico - investimento in fonti alternative - comune virtuoso
    3) sicurezza

    RispondiElimina
  2. Anonimo08:25

    wifi libero aperto e veloce! mirabello docet!

    RispondiElimina
  3. lupus16:57

    come anonimo sopra

    RispondiElimina
  4. Anonimo20:53

    Caro Fabbio, ti ho votato le scorse elezioni ma ora sarebbe meglio che ti ritiri con serenita' e lasci il tuo posto ad un altra persona e non ti candidi piu' xche altrimenti certamente va su la sinistra, gli alessandrini non ti rivotano piu, metti gente fresca tu ti sei bruciato!

    RispondiElimina
  5. non riuscite proprio ad attenervi alle richieste? chi se ne frega che non voti più fabbio, dicci almeno il perché che cosa non ha fatto che vorresti. Gente svegliatevi!!

    RispondiElimina
  6. Serenella15:48

    Cosa ha fatto questa amministrazione! Ha distrutto un ponte storico che anche in tempo di guerra era stato risparmiato dalle bombe .Non riescono a chiudere le buche nelle strade ,non si puliscono le fogne, topi che escono dalle grate delle fognature grossi come conigli eccccc.... e mi fermo quì .

    RispondiElimina
  7. massimo b12:14

    Facendo un discorso un po' più complesso, posso dire che seguirò chi avrà due linee:
    - cercare di essere un amministratore oculato
    - cercare di avere una visione del futuro della città.

    Per il primo punto partendo dal fatto che le casse comunale pare siano non solo vuote ma al collasso, anche se non si può imputare solo a questa giunta questa situazione mi pare che fare il concorso ippico o il torneo challenger di tennis e allo stesso tempo ridurre i servizi dell'ospedale in modo drastico (posti letto mancanti, reaparti che chiudono etc) e le attività scolastiche anche mi pare sia assurdo.
    Quindi chi sincerametne dirà le difficoltà finanziarie e darà le priorità in base alle disponibilità comunali.

    Sono d'accordo anch'io sulla ztl che secondo me agevolerebbe il centro e anche i negozi del centro e farei anche di più lasciando alcune vie che portano in centro solo per le biciclette. Ma so che chiedo troppo.

    Sarei per la raccolta differenziata e per il wifi libero anch'io.

    E mi piacerebbe qualche politico che avesse anche un progetto a lungo termine. Alessandria deve trovare una nuova missione. Nata come città militare, per secoli strategicamente importante, nella seconda metà del 900 distretto industriale. Adesso? Se non si vuole che i giovani (soprattutto i più istruiti) siano costretti a migrare più ancora di quello che già fanno è necessario che gli siano date delle possibilità qui. Come? Nno lo so, ma molte città si sono rinnovate fino a diventare città modello per altre e con qualità di vita alte. Perché Alessandria non può farlo? Almeno provarci.

    Un politico locale che sapesse dare un indirizzo strategico importante io lo apprezzerei. Dovrebbe essere un politico migliore dei cittadini, secondo me e lo dico anche porvocatoriamente. Se si pensa sempre alle buche delle strade, alla sicurezza che, va bene, è importante, ma non mi pare che sia un'emergenza così drammatica da concentrarsi su quello, non si può andare da nessuna parte.

    Scuasate ho scritto un po' di getto, ci sarebbe da approfondire il tutto.

    RispondiElimina
  8. grazie massimo per le tue osservazioni. Devo dire finalmente qualcuno che prende sul serio la cosa e che quindi argomenta le sue proposte.

    RispondiElimina
  9. Anonimo19:50

    - ascolto dei cittadini, principalmente attraverso l'adozione dello strumento della giuria dei cittadini come mezzo per prendere le decisioni che coinvolgono tutti (es. raccolta porta a porta si/no, ztl si/no, ponte meier si/no, areoporto si/no, ecc.)
    - moderazione del traffico e incentivazione della mobilità sostenibile (percorsi ciclabili continui dai sobborghi al centro e rete di piste ciclabili che favoriscano gli spostamenti casa/scuola e casa/lavoro in bicicletta)
    - rivalutazione degli spazi urbani e extraurbani lungo i fiumi con relative possibilità di sviluppo di attività turistiche ed economiche sfruttando meglio le opportunità legate alla presenza di autozug

    RispondiElimina
  10. Anonimo20:45

    1) Centro città chiuso alle auto.
    2) Alberi ovunque, parchi sicuri.
    3) Giardini della stazione sicuri e ripuliti dall'attuale degrado umano.
    4) Marciapiedi in tutte le strade, come nel resto del mondo civile.
    5) Piste ciclabili che collegano sobborghi e città vicine.
    6) Mezzi pubblici funzionanti.

    E VIA DICENDO.

    RispondiElimina
  11. Anonimo23:36

    Fabbio non ha fatto niente di male in particolare che non abbiano fatto altre amministrazioni, polemiche su quello che non va ce ne sono state tante e' x questo che dico che sarebbe meglio che non si candidi piu lui ma faccia candidare un altra persona che e' al suo fianco, un volto nuovo e un nuovo nome x tanti alessandrini servirebbe a non farli votare sinisistra e far venire su una Scagni 2. Ultimamente Fabbio ha avuto qualche problema di salute, basta che dica: ragazzi non me la sento piu di continuare, passo la palla a........

    RispondiElimina
  12. Anonimo23:51

    Sono sempre io l'anonimo di prima, preciso io non ho mai votato sinistra e mai la votero' e se anche Fabbio si ricandidasse io lo rivotero', a meno di un anno dalle prossime elezioni, ho il sentore che la popolazione di Alessandria non sia cosi certa di rivotarlo come e' stato x la indimenticabile Calvo che alla ricandidatura e' uscita a testa alta, non ci giurerei su Fabbio. Poi se si vorra' ricandidare e bruciarsi al posto di scottarsi, lo faccia pure.

    RispondiElimina
  13. ok grazi eper il tuo intervento, ma una cosa concreta scrivendo "quali sono le tre cose fondamentali di cui
    il nuovo sindaco si dovrà occupare?" hai scritto tanto, potresti scrivere anche solo tre parole? grazie.

    RispondiElimina
  14. Anonimo23:47

    ok
    Strade e piazze davati alle scuole(zanzi) in ordine senza buchi,
    Sicurezza nelle strade giardini e piazze della citta,
    Meno sprechi e piu' equita' di trattamento tra rioni della citta.

    RispondiElimina
  15. Anonimo04:11

    ZTL che funzioni? per fare la ztl ci vogliono parcheggi capienti e navette che funzionino
    1) parcheggio multipiano davanti all'ospedale e al pargheggio mc donald
    2) educazione civica nelle scuole prima e multare chi sporca la città poi (non solo le auto in sosta vietata)
    3) coordinare le iniziative di promozione: alcuni fine settimana ci sono 3 manifestazioni in contemporanea (cosa c'era stato festa del biscotto, festa della cioccolata e festa del cristo?) e altri non c'è niente.
    4) condivido e faccio copia-incolla "mi piacerebbe un politico che avesse anche un progetto a lungo termine. Alessandria deve trovare una nuova missione. Nata come città militare, per secoli strategicamente importante, nella seconda metà del 900 distretto industriale. Adesso? Se non si vuole che i giovani (soprattutto i più istruiti) siano costretti a migrare più ancora di quello che già fanno è necessario che gli siano date delle possibilità qui. Come? Nno lo so, ma molte città si sono rinnovate fino a diventare città modello per altre e con qualità di vita alte. Perché Alessandria non può farlo? Almeno provarci.

    RispondiElimina
  16. Anonimo12:06

    .NO ZTL
    .si al piano pluriennale per lo sviluppo di alessandria
    .si alle "grandi opere" di casa nostra...ponte, parcheggi,strade, e quantaltro con buona pace di chi e' sempre e solo per il NON fare niente...xche chi non fa non sbalgia!

    RispondiElimina
  17. Anonimo21:14

    1. ZTL che comprenda tutto il centro storico e piste ciclabili REALI e usufruibili
    2. Raccolta rifiuti
    3. Sicurezza

    RispondiElimina
  18. Francesca17:28

    Riguardo alla newsletter sul sondaggio che è stato fatto, ho notato che si parla di wifi libera.
    Volevo rendere partecipi i lettori che circa un anno fa ho proposto al nostro sindaco l'iniziativa del mensile Wired, che in occasione dei 150 anni dell'unità offriva a 100 (poi diventati 200) comuni in tutta italia che si fossero proposti, la wireless gratuita per un anno in una piazza.
    E mi è stato risposto che il comune era già in trattativa con un altro ente per installarla.
    A tutt'oggi non mi pare di averla vista.

    RispondiElimina

POST RECENTI