AMICI, Sala Prove RockStar vi augura un 2011 di musica.
La sala rimane aperta anche il 1° gennaio, per partire con il ritmo giusto!

Mercoledì 29 dicembre PROGRAMMA CINEMA MACALLE' GENNAIO 2011

CASTELCERIOLO (AL)
Via Marsala, 1A
Tel. 0131/585001
Cell. 334/9488905
Sito internet: digilander.iol.it/teatromacalle

G E N N A I O 2 0 1 1

Sab. 1 ore 17.00
Dom. 2 ore 21.30
Lun. 3 ore 22.15
MAMMUTH
di Gustave de Kervern
con Gerard Depardieu

Giov. 6 ore 17.00 ore 21.30
Ven. 7, Sab. 8 ore 21.30
Dom. 9 ore 17.00, ore 21.30
Lun. 10 ore 22.15
WE WANT SEX
di Nigel Cole

Ven. 14, Sab. 15 ore 21.30
Dom. 16 ore 17.00, ore 21.30
Lun. 17 ore 21.30
NOI CREDEVAMO
di Mario Martone

Ven. 21, Sab. 22 ore 21.30
Dom. 23 ore 17.00, ore 21.30
Lun. 24 ore 22.15
ILLEGAL
di O. Masset Depasse

Ven. 28, Sab. 29 ore 21.30
Dom. 30 ore 17.00, ore 21.30
Lun. 31 ore 22.15
UOMINI DI DIO
di Xavier Beauvois

INGRESSO CINEMA: Euro 5.00 - Lunedì e Riduzione: Euro 4.00

Giovedì 30 dicembre La contessa del Bal Tabarin al Sociale di Valenza

Sarà in scena giovedì 30 dicembre al Teatro Sociale di Valenza l'operetta di
Léon Bard La Duchessa del Bal Tabarin, prodotta e interpretata dalla
compagnia Alfafolies, per la regia di Augusto Grilli.

Rievocando l'atmosfera svagata e ironica dell'operetta italiana del primo
Novecento, La Duchessa del Bal Tabarin sviluppa la propria trama sulle
situazioni intriganti e paradossali create intorno ai vincoli affettivi che
legano i vari personaggi della vicenda: il Duca di Pontarcy corteggia la
telefonista Edy, a sua volta innamorata di un giovane scapestrato che, a suo
tempo, ebbe una relazione con Frou Frou, stella del Tabarin, ora sposata
allo stesso Duca di Pontarcy.

Dopo una serie di equivoci comici, legati anche all'intervento di Sofia,
chiamata per indagare sulle favolose entrate della bella Frou Frou, la
situazione diventa incandescente quando tutti i protagonisti della storia si
ritroveranno in un night, di fronte alla minaccia del suicidio di Frou-Frou,
che riuscirà a dare equilibrio ai rapporti tra i personaggi.

Con un libretto da "pochade" e un sapiente dosaggio musicale, questa
operetta ottenne un grandissimo successo, rimanendo in cartellone per tutti
gli Anni Venti. L'aria d'entrata di Frou Frou divenne popolarissima, così
come il duettino "Ah, come si sta ben" e non ci fu compagnia d'operetta in
Italia che non annoverasse nel suo repertorio questo titolo.

La Compagnia di Operette Alfafolies, che produce gli spettacoli per la
Stagione di Operetta dell'Alfateatro di Torino, nasce nel 1990 sotto la
direzione artistica di Augusto Grilli, orientando il proprio lavoro verso
una riscoperta filologica degli spettacoli, che pone la giusta cura agli
aspetti musicali e produce - accanto ai grandi classici - anche titoli meno
noti al pubblico italiano, in un percorso di valorizzazione e riscoperta
della Piccola Lirica.

La compagnia, con scene e costumi di Alfateatro, sarà accompagnata sul palco
dal coro "Carmine Casciano" e dal balletto curato da Alfaballett.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.45.

Sponsor della stagione 2010-2011 del Teatro Regionale Alessandrino è Alegas
del Gruppo Amag.

INFO: Fondazione Teatro Regionale Alessandrino Uffici, Via Savona 1, 15121
Alessandria, tel. 0131 52266 www.teatroregionalealessandrino.it ; Teatro
Sociale di Valenza, Corso Garibaldi 58, tel. biglietteria 0131 942276

PRESIDIO IL GIORNO 30 DICEMBRE DAVANTI AL COMUNE delle Rappresentanze Sindacali del Teatro Regionale Alessandrino

Cara cittadina, caro cittadino
ti rubiamo alcuni attimi per metterti a conoscenza delle preoccupazioni e
delle incertezze che noi lavoratori del Teatro Regionale Alessandrino stiamo
affrontando in questo periodo.
Come saprai il Teatro Comunale è chiuso da circa tre mesi, perché a seguito
di un intervento straordinario di bonifica le sale e buona parte dello
stabile sono stati contaminati da fibre d'amianto.
A questo si somma la decisione della Giunta Comunale di Alessandria di
tagliare di circa 700 mila euro le risorse destinate al Teatro (la metà
degli stanziamenti iniziali).
Questi fatti, oltre a privare il territorio provinciale di uno dei
palcoscenici più grandi d'Italia, in grado di offrire spettacoli ed eventi
di carattere nazionale e di tre sale cinematografiche, rischia di privare
definitivamente la città di un decisivo polo culturale che ha ospitato
numerose iniziative: dal gruppo cinema all'università della terza età, dal
coro a conferenze, rassegne nazionali e spettacoli.
CGIL CISL e UIL provinciali hanno chiesto un incontro al Sindaco di
Alessandria per affrontare questi argomenti.
Ad oggi non abbiamo ricevuto nessun riscontro.
Le organizzazioni sindacali e i lavoratori vorrebbero confrontarsi con il
Sindaco su tre temi: tempistica della bonifica dall'amianto, riapertura del
teatro e riassetto della situazione economica aziendale in modo da
garantire un futuro a questa struttura ed il mantenimento di tutti i posti
di lavoro.
La perdita del Teatro Regionale Alessandrino sarebbe una vera sciagura per
la cultura di Alessandria e del suo territorio provinciale, nonché di quella
piemontese.
Per questa ragione il 30 dicembre presidieremo il Comune di Alessandria
chiedendo di essere ricevuti e manifesteremo a Valenza in occasione dello
spettacolo.
Ti chiediamo di affiancarci in questa lotta per salvare il Teatro Regionale
Alessandrino e i suoi posti di lavoro, ti aspettiamo davanti al palazzo
comunale di Alessandria dalle 9,00 e davanti al Teatro Sociale di Valenza
alle 20,00.

Fino al 3 gennaio scarica gratuitamente l'inedito "Ombre"

Fino al 3 gennaio è possibile scaricare gratuitamente "Ombre", brano
originariamente contenuto in "Trigenta", primo disco del compositore e
musicista acquese Luca Olivieri. Un
inedito assoluto mai pubblicato prima, un piccolo regalo per augurare a tutti
un sereno periodo natalizio e festeggiare insieme la recente riedizione
digitale del disco disponibile a prezzo speciale (5.99 Euro) sui principali
digital stores.

Per scaricare il brano apri il link qui sotto, clicca sulla freccia di
download e conferma:

http://soundcloud.com/lucaolivieri/ombre

Report Serydarth 2011

 

 

Cliccando sul link sottostante potrete scaricare gratuitamente il report delle attività storiche e del 2010 dell'Associazione Serydarth che gestisce a Casale Monferrato il Piccolo Spazio Interculturale. Con l'occasione auguriamo che le vostre feste possano durare 365 giorni l'anno e che possiate dedicarvi con passione e amore a ciò che più piace e vi stimola.

 

http://serydarth.files.wordpress.com/2010/12/report-2010-serydarth.pdf

 


SALA PROVE RockStar è APERTA SEMPRE A TUTTE LE ORE!


AMICI,
IN OCCASIONE DELLE FESTE NATALIZIE, LA SALA PROVE RockStar è APERTA SEMPRE, A TUTTE LE ORE!

Giovedì 23 dicembre comunicato stampa dell'Associazione Amicidellebici: Alessandria città ciclabile?

La stampa locale ha dato conto della classifica nazionale sulle città
ciclabili redatta da Legambiente, nella quale Alessandria vola al 23° posto.
Il Sindaco ne è fiero, perché si tratta di una rimonta sorprendente.
E molti cittadini, in effetti, ne sono "sorpresi": soprattutto perché tale
posizione sembra paradossale.
Non è credibile infatti che la situazione della ciclabilità in Alessandria
appaia simile a quella di altre città che nella graduatoria risultano
vicine, ma che nella realtà sono lontane anni luce, come Parma o Bolzano,
dove ad esempio risulta che il numero di spostamenti quotidiani in
bicicletta sia superiore a quelli in automobile.
Si tratta dunque di un errore? No, la ragione principale è legata ai
parametri che sono stati considerati: chilometri di piste ciclabili,
estensione di Zone a traffico limitato, di Isole pedonali, di Zone a 20 o 30
km/h.: tutti fattori che contribuiscono a incentivare l'uso della
bicicletta.
E andando a verificarli, ci renderemo conto che tra l'apparenza e la
sostanza la differenza è abissale.

Le piste ciclabili alessandrine infatti sono un calvario: disseminate di
ostacoli, interrotte continuamente, a volte si dissolvono improvvisamente
nel nulla: non garantendo la sicurezza di chi le percorre risultano in
alcuni casi inutili, quando non addirittura un fattore di ulteriore
pericolo.
E poi, i chilometri realizzati nel 2010 in stradine come via Penna, via
Sassi, o via Civalieri, sono inutili, perché - lo sa qualsiasi tecnico della
viabilità - le piste ciclabili servono solo sulle direttrici importanti, per
tenere separate tipologie di traffico tra loro incompatibili.

Che dire poi della beffa delle Z.T.L. realizzate in periferia, in strade
senza traffico, a volte neppure asfaltate o addirittura in cui era già
vietata la circolazione?

Delle Isole pedonali invece è impossibile parlarne, semplicemente perché
nella nostra città sono praticamente inesistenti.

Quanto infine alle Zone 30, paiono destinate anche queste solo a una
funzione di facciata: è quello che sta accadendo per esempio al Cristo, dove
quasi tutte le vie sono diventate a 30 Km/h, semplicemente tracciando
sull'asfalto una segnaletica - quasi invisibile e neppure a norma - senza
nemmeno adeguare quella verticale, e senza adottare altri provvedimenti di
limitazione e controllo della velocità.

In definitiva quindi il balzo in avanti di Alessandria nella classifica
sulla ciclabilità è supportato dai dati, ma non dai fatti. Peraltro, grazie
al pungolo costante venuto dai cittadini, qualche piccolo miglioramento
negli ultimi anni c'è stato, perlomeno sul piano della percezione del
problema; e il segno più evidente ne è l'istituzione di un Ufficio
Biciclette, un provvedimento potenzialmente importante per migliorare il
grado di ciclabilità di una città. Il Sindaco, enumerandone le competenze,
ne ha però tralasciata una fondante: quella di essere punto di raccordo tra
le istituzioni e le associazioni che da sempre sostengono il tema centrale
della bicicletta come mezzo alternativo all'automobile, per una sua
diffusione sia per la mobilità urbana, sia per un turismo più consapevole e
sostenibile.

Claudio Pasero
gliamicidellebici
FIAB - FEDERAZIONE ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA

Auguri di buone feste dal Teatro Regionale Alessandrino

Report Serydarth 2010

 

 

In allegato trovate il report delle attività storiche e del 2010 dell'Associazione Serydarth che gestisce a Casale Monferrato il Piccolo Spazio Interculturale. Con l'occasione auguriamo che le vostre feste possano durare 365 giorni l'anno e che possiate dedicarvi con passione e amore a ciò che più piace e vi stimola. Enjoy, life is beutiful.

 

SOSTIENI LE ATTIVITA' DEL PICCOLO SPAZIO INTERCULTURALE:

Un versamento sul C/C postale 1261217 intestato ad ASSOCIAZIONE SERYDARTH :

ci aiuta a pagare le spese di affitto e gestione e ad ospitare viaggiatori e volontari da tutto il mondo, gratuitamente (e quando vuoi venire a toccare con mano, sei benvenuto!).

Le donazioni, per le imprese, sono deducibili fiscalmente.

 
Progetto 2010/2011 sostenuto parzialmente con il contributo del Comune di Casale Monferrato:
Assessorato Associazionismo (800 €)
Assessorato Volontariato (200 €)
Assessorato Cultura (150 €).
Assessorato al Turismo e alla Valorizzazione del Territorio
a Livello Regionale, Nazionale e Internazionale (un sorriso e un complimento).
 
Spese previste annue: 6.000 €

Speciale Capodanno

SPECIALE CAPODANNO
Trucco da sera a soli 25 euro e hai una doccia solare in omaggio

giovedì 23 dicembre '10 GoldNews

www.radiogold.it : cosa succede ad Alessandria e provincia

Pranzo della vigilia al Ristorante Sociale di Alessandria
35 libri di chimica e fisica donati a Scienze Mfn
Alessandria in aiuto dei senza tetto
L'export provinciale nel 2010 vale quasi 3 miliari di euro
Seconda asta deserta per la Basile. Il 29 una trattativa privata
L'idea di un circuito motoristico a Casale piace alla Regione
Mezz'ora di silenzio per riflettere su lavoro e integrazione
Babbo Natale e l'assessorato al Turismo di Casale portano l'acqua in Africa
Alessandria in pausa, pensando al futuro
Il patron Omodeo batte cassa
Un altro centro per Panico

Gli argomenti di giovedì di Radio Gold All News  - Oggi su Radio Gold parleremo di esportazioni con il presidente della Camera di Commercio di Alessandria, Piero Martinotti. Con il consigliere regionale del Pdl, Marco Botta, ci occuperemo del progetto del circuito motoristico di Casale Monferrato. Andremo, poi, a curiosare nei pacchetti regalo degli …


Da venerdì 24 dicembre a lunedì 27 dicembre al CINEMA MACALLE' DI CASTELCERIOLO PORCO ROSSO DI HAYAO MIYAZAKI

Questa settimana al Macallè:

PORCO ROSSO DI HAYAO MIYAZAKI

in programmazione nei seguenti giorni:

- Venerdì 24-12 alle ore 21.30;
- Sabato 25-12 alle ore 17.00 e alle ore 21.30;
- Domenica 26-12 alle ore 17.00 e alle ore 21.30;
- Lunedì 27-12 alle ore 22.15.

Vi aspetto per augurarvi Buone Feste!

Saluti.
Fausto

"Porco Rosso" di Hayao Miyazaki
Meglio Porco che fascista
Articolo di Nicola Cupperi - Pubblicato giovedì 11 novembre 2010
Marco Pagot era un pilota dell'aeronautica italiana. Durante la prima guerra
mondiale, a causa di un non meglio identificato maleficio, misteriosamente
il suo viso si è trasformato nel grugno di un maiale. Isolatosi in una
remota isola dell'Adriatico, sotto lo pseudonimo di Porco Rosso sbarca il
lunario combattendo a pagamento gli scalcagnati pirati dell'aria (i Mamma
Aiuto) e allo stesso tempo cerca di tenersi alla larga dal regime fascista.
Ma i pirati dell'aria, stufi della superiorità in battaglia del suino,
ingaggiano una vera e propria stella del volo, l'americano Curtis che -
arrogante, borioso e donnaiolo - non ci mette molto a mettersi in
competizione con Porco arrivando a sfidarlo apertamente. Il maiale volante
dovrà dar prova di estrema bravura e coraggio per difendere le donne della
sua vita e per fare, questa volta (ancora una volta?), la cosa giusta.
La distribuzione italiana comincia a dare segni di miglioramento per quanto
riguarda i film di Hayao Miyazaki: se a Il mio vicino Totoro erano serviti
ben 21 anni per vedere il buio delle sale nostrane, a Porco Rosso ne bastano
solo 18. Uscito nel 1992, il sesto film da regista del maestro dell'animazione
nipponica è anche il penultimo dell'era pre Oscar (seguito solo dalla
Principessa Mononoke), ovvero dell'"oscuro" periodo precedente a La città
incantata, film in seguito al quale ai piani alti hanno deciso che era il
caso di distribuire con costanza (e giustizia) i film di Miyazaki. Tornando
seri, è doveroso l'ennesimo plauso alla Lucky Red, che ha mantenuto fino in
fondo la promessa di portare in sala gli inediti del regista giapponese.
Non importa che siano critici, dottorandi, esegeti, otaku, spettatori
occasionali o appassionati: chiedere a qualcuno "qual è il miglior film di
Miyazaki?" è come chiedere a un bimbo se preferisca la mamma o il papà. Non
va fatto perchè semplicemente non c'è risposta. Anche i lavori dove è più
facile notare dei nei (Nausicaä della valle del vento, Kiki consegne a
domicilio) hanno comunque il dono, più unico che raro, di essere lievi,
densi, narrativamente impeccabili, visivamente superbi.
Porco Rosso è, rispetto agli altri, uno dei film più personali di Miyazaki:
la gioia che traspare nelle sequenze di volo, ma anche in quelle di
progettazione e costruzione dell'idrovolante rosso di Marco, è semplicemente
impagabile e riflette con semplicità e purezza la passione del regista per l'argomento.
Allo stesso tempo il film è molto importante a livello personale per
Miyazaki, che risolve in catarsi un conflitto (un senso di colpa) che da
sempre pesa sulla sua coscienza: il regista e la sua famiglia non
sperimentarono i dolori e la povertà della seconda guerra mondiale (come
invece successe alla maggior parte dei connazionali) perchè il padre
possedeva una fabbrica produttrice di componenti per aerei militari.
Diventato pacifista convinto (tanto da non ritirare, nel 2003, l'Oscar al
miglior film d'animazione come forma di protesta per la guerra in Iraq),
Miyazaki omaggia con Porco Rosso tutte quelle persone verso le quali si è
sentito in colpa per la sua condizione di privilegiato.
Un altro incredibile pregio del film sono le due splendide figure femminili
di Gina - la disillusa, cinicoromantica, plurisposata, affascinante, donna
Gina - e Fio - la giovane, entusiasta, energica, fresca, sognatrice,
adolescente Fio -, che tentano di salvare Marco dal suo schiacciante senso
di colpa. Due personaggi talmente giusti da far sorgere un'altra questione
impossibile: qual è la miglior figura femminile nel cinema di Miyazaki?
Ecco, un'altra domanda sbagliata.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Hayao Miyazaki
Musica: Joe Hisaishi
Durata: 94 min.
Produzione: Studio Ghibli
Adattamento dialoghi e direzione del doppiaggio: Gualtiero Cannarsi

Testo tratto dalla rivista online - NonSoloCinema - anno VII n. 3 - © 2010

AUGURI dal Museo Etnografico C'era una Volta!


I MIGLIORI AUGURI DI UN BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO!!!
--
La responsabile
Elena Garneri
Associazione Amici del Museo
Museo Etnografico C'era una Volta
Piazza della Gambarina - 15121 Alessandria
Telefono & Fax: 0131.40030
e-mail: museogambarina(chiocciola)alice.it
web: www.museogambarina.it

Auguri di buon Natale da TuonoNews.it


Un sincero e caloroso augurio di buon Natale a nome di tutta la redazione di TuonoNews.it
--
Matteo Serra
Direttore responsabile quotidiano online Tuononews.it - Alessandria

http://www.tuononews.it

tel: (+39) 0131 443153
mob: (+39) 339 6668606
@mail: direttore(chiocciola)tuononews.it

auguri di buon natale 2010 dallo staffo Olmo La Biciclissima srl Alessandria

mercoledì 22 dicembre gold news su www.radiogold.it


·         Alla Cgil di Alessandria un negozio dove non servono soldi
·         Tanti alessandrini sperano di vincere la Fiat 500 dei commercianti di Al Centro
·         Corsi ai ristoratori per cucinare senza glutine
·         Due arresti ad Alessandria
·         Premiati i pensionati della Provincia
·         Cgil, finisce un anno critico per occupazione e produzione e nel 2011 non andrà meglio
·         Ad Alessandria Babbo Natale marcia contro il cancro
·         Vittorio Sgarbi a Tortona
·         Dona Flor raddoppia a Casale
·         Un 2011 che vale un... patrimonio
·         Ecco i vincitori della lotteria della Fondazione Uspidalet
·         Football americano, in Italia i college USA
·         Alessandria, il punto sul mercato

Mercoledì 22 dicembre 2010: Variazioni del cartellone e nuovi spettacoli del TRA

Non si fermano gli spettacoli del Teatro Regionale Alessandrino, ma ci sono
alcune modifiche in cartellone da segnalare:

LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR
Come annunciato in precedenza, lo spettacolo con Leo Gullotta si svolgerà al
Teatro Sociale di Valenza martedì 1 e mercoledì 2 febbraio.

LA TEMPESTA
La pièce di William Shakespeare con Umberto Orsini, inizialmente prevista al
Teatro Comunale di Alessandria, andrà in scena nella stessa data, lunedì 7
febbraio, presso il Teatro Sociale di Valenza.

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
La commedia musicale di Garinei e Giovannini, prevista al Teatro Comunale di
Alessandria martedì 15 e mercoledì 16 febbraio, si sposta nelle stesse date
al Politeama Alessandrino. La compagnia capitanata da Gianluca Guidi, Enzo
Garinei e Marisa Laurito tra gli altri interpreti, ha deciso di recitare
senza l'ausilio delle scene pur di tener fede agli impegni già presi in
precedenza con il pubblico alessandrino, non permettendo il palcoscenico
dell'Alessandrino il montaggio dell'ampio girevole costruito da Giulio
Coltellacci.

Per questi tre spettacoli ci sono ancora biglietti disponibili.

Annullati definitivamente gli spettacoli Aladin, Ciak si gira! di Arturo
Brachetti, Shadowland dei Pilobolus Dance Group, l'Affarista con Geppy
Gleijeses e Mi scappa da ridere con Michelle Hunziker, impossibili da
realizzare per esigenze di palcoscenico. Prossimamente verranno comunicati
il calendario e le modalità di rimborso per questi ultimi spettacoli citati.

Il cartellone del Teatro Regionale Alessandrino si arricchisce di nuovi
prestigiosi FUORI CARTELLONE, che avranno luogo nel mese di marzo 2011:

GIOVANNI ALLEVI ALIEN WORLD TOUR
Il nuovo attesissimo tour dell'amato compositore, direttore d'orchestra e
pianista toccherà Alessandria martedì 8 marzo 2011. Il suo concerto avrà
luogo al Politeama Alessandrino.
I biglietti saranno in vendita sempre presso la Biblioteca Civica di
Alessandria o presso la biglietteria del Teatro Sociale di Valenza.

ISA DANIELI E VERONICA PIVETTI in SORELLE D'ITALIA, AVANSPETTACOLO
FONDAMENTALISTA
In occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia le due bravissime
attrici, dirette da Cristina Pezzoli, si esibiscono al Politeama
Alessandrino il 25 marzo 2011, accompagnate dal vivo dal maestro Alessandro
Nidi e da quattro musicisti, in una sorta di avanspettacolo che costruisce
una storia fantapoetica del nostro Paese dal 2011 al 2061. Un'ipotesi
futuribile e tragicomica dell'Italia di domani. La milanese Pivetti e la
napoletana Danieli "boxeranno" tra loro con canzoni, musica, balli e brani
vari, omaggiando Gino Bramieri, Nino Taranto, Totò e tanti altri,
attraversando, mescolando e rovesciando luoghi comuni e stereotipi,
pregiudizi e verità sulle diversità delle reciproche appartenenze.

RIMBORSI E CAMBIO BIGLIETTI: a partire da mercoledì 22 dicembre gli
spettatori in possesso dei biglietti degli spettacoli menzionati (La
Tempesta, Aggiungi un posto a tavola e Le Allegre comari di Windsor per chi
non avesse già provveduto), possono recarsi presso la Biblioteca Civica di
Alessandria o presso la biglietteria del Teatro Sociale di Valenza per
cambiare/modificare o farsi rimborsare i biglietti già acquistati.
Sempre da mercoledì 22 dicembre saranno in vendita i biglietti per i nuovi
fuori cartellone di Giovanni Allevi e Veronica Pivetti.

Il punto vendita presso la Biblioteca Civica è aperto dal lunedì al venerdì
dalle 15.30 alle 18.30 e al sabato dalle 10 alle 13. La biglietteria di
Valenza è aperta tutti i giorni dalle 16.30 alle 19.30.
La biglietteria presso la Biblioteca di Alessandria rimarrà chiusa il
24-25-26 dicembre, il 31 dicembre, il 1 e 2 gennaio, il 6 gennaio.

Fondazione Teatro Regionale Alessandrino, Via Savona, 1 - 15121 Alessandria,
tel. 0131 52266; Teatro Sociale di Valenza, tel. 0131 942276
www.teatroregionalealessandrino.it

BUONE FESTE DA MAVAFFANCULP

martedì 21 dicembre '10 GoldNews

·         Poste allagate a Casale
·         Incendio nella notte a Monleale
·         Eternit: la difesa contesta la metà delle morti per amianto
·         Atm, per i sindacati salvi posti di lavoro e stipendi grazie all'accordo con il Comune
·         Arriva il disability manager in Comune
·         Natale di solidarietà a Valenza con il pranzo alla Bocciofila Belvedere
·         Niente sms e mail: tornano gli Auguri di buon Natale con le cartoline
·         Dona Flor e i suoi due mariti
·         Musica antica alla Libreria Mondadori di Alessandria
·         Gli argomenti del giorno su Radio Gold
Oggi su Radio Gold torneremo a occuparci dell'accordo sulla privatizzazione dell'azienda di trasporto locale di Alessandria, Atm, siglato tra sindacati e amministrazione comunale. Ne parleremo con Daniele Coloris della Cgil, Alessandro Porta della Uil e Angelo Barrocu della Cisl. Ci occuperemo, poi, …
·         Partecipazione gratuita al corso di diritto ambientale per il miglior saggio sui rifiuti in Campania
·         Snaidero-Fastweb, le pagelle
·         Il capitano vuole più rumore al Moccagatta
·         Kung Fu, gli italiani a Alessandria

Per approfondire ogni argomento, cliccate su www.radiogold.it AllNews!

Martedì 21 dicembre presso il Museo Etnografico "C'era una volta" di Alessandria incontro dal titolo "La pietra dello scandalo: scandali e scandalismo come eventi di verità"

L'associazione Psy e Co, in occasione degli Auguri di Natale, organizza per martedì 21 dicembre, alle ore 21.00, l'evento culturale della Bottega di Archimede dal titolo "La pietra dello scandalo: scandali e scandalismo come eventi di verità".
Condurrà l'incontro il Prof. Michele Maranzana, docente di filosofia e scienze sociali, che verrà introdotto dalla Dott.ssa Rosella Mercuri, psicologa e consulente familiare.
L'evento sarà ospitato dal Museo Etnografico "C'era una volta" di Alessandria, Piazza della Gambarina 1.
Per motivi organizzativi è gradito un cenno di conferma al recapito telefonico sotto indicato.

Info: Tel. 335/8417966
www.psyeco.altervista.org
       

Domani alle 17 per I MERCOLEDI' DEL CONSERVATORIO: Duo Merlo Vercillo, violoncello e pianoforte

I MERCOLEDI' DEL CONSERVATORIO, XIX ed.
"Chopin, Schumann e ... dintorni"
dal 24 novembre 2010 al 16 febbraio 2011
Quarto appuntamento:
MERCOLEDI' 22 DICEMBRE 2010 - ORE 17
Auditorium "Michele Pittaluga", via Parma 1
CLAUDIO MERLO E GIORGIO VERCILLO
violoncello e pianoforte 
Musiche di Schumann, Chopin
Ingresso libero
Calendario completo su www.conservatoriovivaldi.it

Scarica gratuitamente "Ombre", inedito di Luca Olivieri

Fino al 3 gennaio è possibile scaricare gratuitamente "Ombre", brano
originariamente contenuto in "Trigenta", primo disco di Luca Olivieri. Un
inedito assoluto mai pubblicato prima, un piccolo regalo per augurare a tutti
un sereno periodo natalizio e festeggiare insieme la recente riedizione
digitale del disco disponibile a prezzo speciale (5.99 Euro) sui principali
digital stores.

Per scaricare il brano apri il link qui sotto, clicca sulla freccia di
download e conferma:

http://soundcloud.com/lucaolivieri/ombre

lunedì 20 dicembre 2010 GoldNews

VINCE LA PRIMA SERATA "NESSUNO MI PUO' GIUDICARE" CANTATA DA NOEMI ZAMBON

VINCE LA PRIMA SERATA “NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE”

CANTATA DA NOEMI ZAMBON

Al Fashion Caffè di via Vochieri, Alessandria,  sabato 18 Dicembre, 'Nessuno mi può giudicare'  si aggiudica il primo abbuono per la finalissima conquistando i primi 5 punti e Zambon Noemi, con una sublime interpretazione, manda in delirio il pubblico presente, dando un tocco di classe alla canzone in gara e facendo rivivere le gesta di Caterina Caselli:

“Complimenti a Noemi!!!”.

'Nessuno mi può giudicare'  scritta nel 1968, rimane il maggiore exploit di Caterina Caselli, e se da un lato si pone come manifesto suo e dei suoi coetanei, dall'altro il suo clamoroso successo segna in modo molto marcato il suo percorso di cantante, rendendo difficili successive evoluzioni.

Comunque tutte le canzoni in gara meritano un elogio particolare, tutte  che hanno fatto epoca, facendo la storia degli anni sessanta, citiamo:

“Guarda che luna”, “Yesterday”, “Insieme a te non ci sto più “, “Che cosa c’è”, “Un’ora sola ti vorrei”, “My Way”, Il cielo in una stanza”, “Io vagabondo”, “Torno sui miei passi”, Lady Jane”, “Lo straniero”, “La bambola”, “La pelle nera”, “Vedrai  Vedrai”,  “Storia d’amore”,” L’immensità”.

Il locale gremito ha fatto da cornice alla fantastica serata, facendo capire come gli anni sessanta sono apprezzanti a tutt’oggi. La serata è stata condotta magistralmente, come al solito, dallo “Showman Mauro”, Direttore Artistico e ideatore di questo evento Mike Yacin, tecnico del suon Mario Mossuto.

La prossima serata è prevista per il 8 Gennaio 2011, ma a presto daremo tutti i dettagli.

f.to Mario Mossuto
Per comunicazioni telefonare a Mauro 3333930420
http://ilcarrozzonealessandrino.blogspot.com/
http://www.facebook.com/mario.mossuto

 

IL 18 DICEMBRE ALL'OFFICINA DI LARGO CATANIA : 7° COMPLEANNO DEL CIRCOLO "DI NOI TRE"!


IL COMPLEANNO DEL CIRCOLO “DI NOI TRE” SI SVOLGERA’ PRESSO:

L'Officina
LARGO CATANIA 17
15121 ALESSANDRIA
337 106 63 63


www.lofficina.biz


la serata è in collaborazione con la gouter banqueting&catering, l' officina e il di noi 3. serata: natale con i tuoi, ma il 18 festeggia con noi! inizio ora 20 con apecena in musica. ci sarà oltre che da mangiare e del buon vino il primo live: bibì&bibò show (andrea manuelli fisarmonica e maurizio venezia chitarra e voce) con il loro stornello libero. il dj set accompagnerà ogni momento della serata. finito l' aperitivo altro giro e altra corsa con il secondo live, da pavia Nylon (davide montenovi e filippo milani) "Musica cruda", spogliata degli orpelli e riportata alla sua forma pura originaria. ancora djset e poi terzo live da milano la Gang Band! alternativi, rockettari e danzerecci! ale, lucrezia, alessandro e giuliètte saranno rispettivamente chitarra, batteria, basso e voce. e poi si sta ancora insieme con tutti i dj amici che si alterneranno alla console. di rito ogni ora un brindisi!

Regala, o regalati, Bellavita Gift Card


Scegli tra le 6 card, il 10% del valore è omaggio e aiuti la popolazione di Haiti
BLUE: valore 50€, ma a te costa solo 45€
PEARL: valore 100€, ma a te costa solo 90€
SILVER: valore 200€, ma a te costa solo 180€
GOLD: valore 300€, ma a te costa solo 270€
PLATINUM: valore 500€, ma a te costa solo 450€
BLACK: valore 1000€, ma a te costa solo 900€

LUNEDI' 20 dicembre IL LAGO DEI CIGNI A VALENZA

Lunedì 20 dicembre il Teatro Sociale di Valenza ospita uno dei più famosi e acclamati balletti di sempre, Il lago dei cigni, con i ballerini del Rousse State Ballet (Bulgaria) e la partecipazione dei Solisti del Balletto Nazionale di Sofia.
Il Rousse State Ballet, fondato nel 1949, ha una lunga e ricca storia di lavoro con i più importanti coreografi bulgari e internazionali, che lo ha reso uno dei più famosi gruppi di balletto in Bulgaria e in Europa orientale. Ha realizzato tournée in Belgio, Olanda, Germania, Francia e altri paesi europei. Nel 2004 gli è stato assegnato il premio più alto, la "Lira di Cristallo", dall'Unione bulgara dei musicisti e ballerini.
La compagnia è caratterizzata da alcune particolarità proprie, quali la scuola classica russa e la libera ed espressiva danza tedesca, e si è ispirata nella composizione del suo attuale repertorio ai principali titoli classici (Schiaccianoci, Lago dei Cigni, Bella Addormentata, Romeo e Giulietta) e alle opere della tradizione contemporanea come Carmina Burana, Bolero, Street Flover.
Dal 2009 la compagnia, diretta da Mariana Zaharieva, ha arricchito il proprio ensemble con i solisti del National Ballet di Sofia: Vessa Tonova, Trifon Mitev, Vessela Emilova Vassileva, Georgi Rusafov, Emil Yordanov, Ovidiu Iancu Matei, Marta Petkova.
Coreografia e regia sono di Kalina Bogoeva, da Marius Petipa e Lev Ivanov; scenografie di Boris Stoinov e costumi di Tsvetanka Stoinova.

Sponsor della stagione 2010-2011 del Teatro Regionale Alessandrino è Alegas, Gruppo Amag Alessandria.

Inizio spettacolo ore 20.45.

INFO: Fondazione Teatro Regionale Alessandrino Uffici: Via Savona, 1 – 15121 Alessandria tel. 0131 52266; TEATRO SOCIALE DI VALENZA, Corso Garibaldi 58 – Valenza (AL), tel. Biglietteria 0131 942276; cell. 347 7690197
www.teatroregionalealessandrino.it

Venerdì 17 dicembre, è uscito il primo libro di Enzo Buarné: La Trilogia del Sorriso

E' uscito ieri il primo libro di Enzo Buarné: "La Trilogia del Sorriso",
raccolta di tre commedie (Cabarenoir, Favola Jazz e L'Eresiade).
Se ne volete avere una copia la si può trovare su: www.ilmiolibro.it - qui
nella vetrina del sito potete digitare o il nome dell'opera (la trilogia del
sorriso) o quello dell'autore (enzo buarne). A questo punto vi chiede di
registrarvi al sito e ne potete acquistare una copia al prezzo di 12-13
euro.

Sarebbe anche un regalo originale da fare per le feste...

Grazie a quelli che vogliono diffondere!!!!| E a quelli che ne acquistano
una copia un bacio enorme!!!!
Ma anche agli altri... Buon Natale!!!!

Laura Gualtieri

Da venerdì 17 dicembre a lunedì 20 dicembre al CINEMA MACALLE' DI CASTELCERIOLO Potiche

POTICHE - LA BELLA STATUINA DI F. OZON

con i seguenti spettacoli:

- Venerdì 17 alle ore 21.30;
- Sabato 18 alle ore 21.30;
- Domenica 19 alle ore 17.00 e alle ore 21.30;
- Lunedì 20 alle ore 22.15.

"POTICHE - La bella statuina" di FRANÇOIS OZON
Statuine di tutto il mondo, unitevi!
Articolo di Fabrizia Centola - Pubblicato venerdì 5 novembre 2010
In Francia, potiche è un grande vaso di porcellana d'oriente e, per
estensione, nel linguaggio corrente, è persona che gode di una posizione
senza averne alcun ruolo attivo: una bella statuina, insomma.
Tuta rossa e bigodini in testa, Suzanne, bellezza un po' sfiorita dagli
anni, con un po' d'affanno si tiene in forma facendo jogging nei boschi e
come una novella Biancaneve parla con uccellini e scoiattoli. Madre di
famiglia, moglie devota e abbondantemente tradita, canta in un tinello dalle
tinte accese i motivi romantici trasmessi per radio. Siamo a fine anni
settanta, nella provincia francese. Catherine Deneuve é moglie di Robert
Pujol (Fabrice Luchini), un industriale degli ombrelli, detestabile e
reazionario. Durante uno sciopero viene sequestrato dai suoi operai e
Suzanne si trova, suo malgrado, a sostituirlo nella direzione della
fabbrica, rivelandosi assolutamente all'altezza del compito. Accanto a lei
ricompare una passata avventura, Babin, il sindacalista comunista,
interpretato dal grande Gérard Depardieu; e la bella statuina riserverà a
tutti grandi sorprese.
François Ozon osa con lo spettatore, provoca, e lo fa sempre potendo vantare
un notevole mestiere: capacità nella messa in scena, cultura cinematografica
e abilità nella rielaborazione di genere. Commedia di dialogo, con un lieve
sentore di melodramma sottolineato dalle piene orchestrazioni di Stelvio
Cipriani, delizia lo spettatore con i suoi riferimenti, più o meno nascosti.
Ci sono Les Parapluies De Cherbourg (Jacques Démy, 1963), con ombrelli,
Deneuve e canzoni; c'è il sorriso enigmatico di una donna capace di essere
doppia, già scoperto da Truffaut e Bunuel (La mia droga si chiama Julie,
1969 e Bella di giorno, 1967) e poi c'è uno struggente ballo da Tempo delle
mele per due ultra sessantenni alla riscoperta dell'amore.
Film tratto dell'omonima pièce di Barillet e Grédy, diversamente dal
precedente 8 donne e un mistero, respira anche l'aria degli esterni e delle
location naturali. Divertente, molto, recupera gli ingredienti della
screwball comedy degli anni '30, la guerra tra i sessi e le differenze
sociali, a cui si aggiungono i temi politici di fine anni settanta e l'anticipazione
di quelli caldi del nostro presente: il precariato e la delocalizzazione
della produzione. Alla capacità di divertire, con azzardi non sempre facili
da presentare in sala, Ozon aggiunge anche il giusto registro per raccontare
oltre a ciò che appare e per presentare in modo assolutamente accettabile
ciò che potrebbe non esserlo. Parla di omosessualità e di incesto
collocandoli nel film con mosse lievi ed eleganti, ad accompagnare
personaggi amabili.
Sottotraccia, oltre alle iniziali apparenze, racconta la storia ben più
complessa e più vicina al reale di una donna che non è bella statuina, ma
che accetta di sembrar tale per vivere indisturbata, e un po'rassegnata, in
un piccolo mondo cristallizzato ma sicuro. Suzanne, solo all'apparenza
Potiche, moglie del padrone della fabbrica e bellezza sfiorita, rimane
nascosta tra le pieghe di un vestito di chiffon, fino a quando, con un po'
di rabbia e un po' più di coraggio, riuscirà ad uscire allo scoperto; e da
quel momento nessuno più la potrà fermare.

Titolo originale: Potiche
Nazione: Francia
Anno: 2010
Genere: Commedia
Durata: 103'
Regia: François Ozon
Cast: Gérard Depardieu, Catherine Deneuve, Judith Godrèche, Jérémie Rénier,
Karin Viard, Fabrice Luchini, Évelyne Dandry, Sinead Shannon Roche
Produzione: Mandarin Cinéma
Distribuzione: BIM
Data di uscita: Venezia 2010
05 Novembre 2010 (cinema)
Testo tratto dalla rivista online - NonSoloCinema - anno VII n. 3 - © 2010
Sito Internet realizzato da HCE s.r.l.

venerdì 17 dicembre 2010 GoldNews!

POST RECENTI