Concerto 31 ottobre 2014: DANZE MACABRE PER HALLOWEEN CON IL QUARTETTO DELL'ORCHESTRA FEMMINILE ITALIANA A CASALE MONFERRATO

Molto prima che il mondo inventasse Halloween e Simonetti conoscesse Dario Argento, la musica aveva già scoperto la sua capacità "horror". Certo molto aveva contribuito il romanticismo con la sua propensione alle storie gotiche e ai colpi di teatro (si veda il saggio della casalese Elisabetta Fava su "Ondine, Vampiri e Cavalieri"), ma già nel primo teatro musicale di Monteverdi si era capito quanto la musica potesse amplificare situazioni drammatiche fino a fare provare dei veri brividi negli spettatori. Si è creato così un vero e proprio linguaggio musicale "da paura" che è arrivato fino a noi e che oggi è ampiamente sfruttato dal cinema.

 

Quindi ecco l'idea che hanno avuto l'Orchestra Femminile Italiana e l'Accademia le Muse per quella che è la serata più "terrificante" dell'anno: un concerto in gran parte dedicato a un repertorio che mette in rilievo il lato sinistro delle note. La sera del 31 ottobre alle 21,15 nella suggestiva cornice di Palazzo Vitta (perfetto per dare quel tocco fantastico richiesto), si esibisce il Quartetto dell'Orchestra Femminile Italiana.  E' una selezione della formazione orchestrale formata da una ventina di musiciste di tutto il mondo e diretta dal Maestro Roberto Giuffrè.  Il quartetto vede ai violini Fatlinda Thaci ed Engjellushe Bace, alla viola Irina Balta, al violoncello Livia Rotondi.

 

Il repertorio prevede La Danse Macabre op. 40 di Saint-Saëns (che dà anche il titolo al concerto): è una trascrizione del  breve poema sinfonico composto nel 1874 dal compositore francese. L'ispirazione è quella della Totentanz medioevale che ha anche influenzato Liszt, ma Saint-Saëns è sempre un po' burlone e le invenzioni grottesche con cui caratterizza il pezzo ci fanno provare un po' di simpatia per questi scheletri danzanti dalle ossa così intonate. Altro classico del genere sarà la trascrizione della Notte sul Monte Calvo, poema sinfonico composto da Mussorsky nel 1867 e poi orchestrato mirabilmente da Rimskij Korsakov. E' ispirato ad un preciso luogo geografico dove le streghe si dedicano a vorticosi sabba evocando il diavolo. Fantasia di Walt Disney lo ha fatto conoscere al grande pubblico ed inserito decisamente nel filone.  

Completano il concerto due brani più tradizionali: la Danza ungherese n. 5 di Brahms e il quartetto in do maggiore n. 9 di Boccherini. 

 

A sostenere l'orchestra e rendere possibile il concerto sono come sempre la Fondazione Piemonte dal Vivo, Provincia di Alessandria, Comune di Casale Monferrato, le Fondazioni Cassa di Risparmio di Alessandria e CRT,  il Banco Popolare e la Camera di Commercio di Alessandria.

 
 
--
Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro
BlogAL

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI