La "Singolare Quotidianità" di Massimo Tassistro protagonista al Salone del Libro


Lo scrittore alessandrino Massimo Tassistro sarà presente al Salone Internazionale del Libro di Torino per presentare la propria opera dal titolo “Singolare quotidianità”.
L'evento è fissato per sabato prossimo, 14 maggio, alle ore 10, presso il Salone di Torino Lingotto (in Piazza Italia).
L'opera, già in vendita in numerose edicole, è composta da tredici racconti che Tassistro ha creato nell'arco della propria carriera (già ricca di riconoscimenti).
La presentazione avverrà a cura dell'Associazione “Dietro l'Arte”, con l'introduzione di Claudio Braggio, sceneggiatore alessandrino e componete del gruppo culturale “Storie del Monferrato” e del poeta Emiliano Busselli.
Ma conosciamo questo lavoro letterario di Tassistro: la prefazione del libro è affidata a Cinzia Marulli che ben descrive “Singolare quotidianità” con dinamiche di acuta riflessione: “in un epoca in cui sembrano contare uomini supermuscolosi e donne perfette e affascinanti, questi racconti parlano di un'umanità con la U maiuscola. Delle nostre paure, dei nostri limiti e di quelle piccole cose di tutti i giorni che rendono la vita bella ma che, troppo spesso, ignoriamo chiudendoci nella gabbia delle nostre insoddisfazioni”.
L'opera di Tassistro passa dall'amicizia all'accettazione dell'omosessualità, dall'apprezzamento per la libertà dell'individuo e per le piccole cose di tutti i giorni, alla compassione per le persone che si trovano in situazioni di disagio.
L'autore alessandrino ha saputo descrivere con grande sensibilità, l' “uomo” . Con le sue umanissime paure e i suoi umanissimi limiti. Poi si possono apprezzare le svolte che in questi racconti ci fanno respirare il piacere per gli attimi di passione umana che riconducono il lettore ad una dimensione reale e schietta del nostro essere.
“I protagonisti delle sue storie siamo noi -prosegue Cinzia Marulli nella prefazione- è l'autore stesso con i nostri ed i suoi limiti, ma questi limiti non sono barriere alla grandezza della natura umana, anzi, la connaturano rendendo titano l'uomo che ne acquista coscienza e consapevolezza”.
Alcuni racconti che compongono “Singolare quotidianità” hanno già avuto modo di mettersi in risalto: “il mio migliore amico” ha partecipato al concorso letterario della Golden Book Hotels, “la crociera” ha ottenuto il diploma di merito con menzione nel concorso “Montaldo Dora”, “la rivincita” ha ottenuto una menzione speciale in “Scrivere per Sport” e “nevica” è arrivato al primo posto nella prima edizione del concorso nazionale “Alessandria scrivi ad alta voce”. Quest'ultimo scritto è stato oggetto di un'interpretazione teatrale.
Massimo Tassistro, al pari di altri validi scrittori della nostra città, rappresenta la certezza che ad Alessandria le attività culturali, seppur dietro a mille difficoltà, riescono ancora a incunearsi in un tessuto sociale che spesso appare sordo a certi criteri. Non solo: questi autori sono la dimostrazione che la forza della passione per la scrittura può regalare visibilità anche in contesti letterari di grande prestigio.
La presentazione del libro di Tassistro è inserita nel sito delle proposte del Salone del Libro, all'indirizzo internet www.salonelibro.it/it/organizza-la-visita/programma/sabato-14/day/20110514.html

Nessun commento:

Posta un commento

POST RECENTI